lunedì 20 giugno 2011

stelline salatine.... di arabafelice!

dopo aver letto il giveaway di arabafelice mi sono detta che assolutamente volevo partecipare...
quando vedo un suo post devo subito andare a leggerlo per vedere cosa gli e' successo, ha un modo molto coinvolgente di scrivere e ti obbliga ad immaginarla alle prese con tutti questi arabi che quando la vedono pensano che sia arrivata da Marte!!!e' troppo forte... ma come fare a riprodurre una sua ricetta, lei che e' bravissima in cucina??? allora ho scelto questi salatini di philadelphia, che avevo gia' provato ed erano buonissimi... e facilissimi!! grazie mille arabafelice!



qui di seguito trovate la sua ricetta copiata pari pari:

SALATINI DI PHILADELPHIA ( per una trentina di pezzi, circa )

200g di farina
170 g di Philadelphia
40 g di burro leggermente ammorbidito
40g di parmigiano grattugiato
sale
paprika, pepe nero, sumak, sesamo, cumino,semi di finocchio e tutto quello che volete per guarnirli


un albume, per spennellare


Mettere in un mixer il burro, la farina, il philadelphia, il parmigiano e mezzo cucchiaino di sale. Fare andare le lame a forte velocita' finche' l'impasto non si raccoglie a palla ( circa 3 minuti di lavoro, nel mio mixer ;-)
Assolutamente non aggiungere acqua o altri liquidi, l'impasto sembra non stare insieme all'inizio ma poi lo fara' ;-)
Toglierlo dal mixer, lavorarlo brevemente e assaggiarne un pezzetto per valutare se il sale e' sufficiente.
Avvolgere in pellicola trasparente e mettere mezz'ora in frigo.
Stendere quindi l'impasto ad uno spessore non inferiore a mezzo cm circa (sottili non vengono bene) e tagliateli nelle forme desiderate.
Adagiare i salatini su carta forno e spennellarli con poco albume, quindi procedere a decorarli come si preferisce. Metterli altri 10 minuti in frigo con tutta la teglia.
Cuocerli in forno preriscaldato a 190 gradi per non piu' di 13-15 minuti, quando i bordi sono coloriti e la superficie appena dorata sono pronti. Appena fuori dal forno sono morbidi, poi raffreddandosi prendono la giusta consistenza.
Come per ogni preparazione potrebbe essere necessario adeguare la cottura al vostro forno.
Servire a temperatura ambiente.


NOTE:
- fate attenzione a non cuocerli troppo o prenderanno un gusto amarognolo dovuto al parmigiano che comincia a bruciacchiare.
- l'impasto crudo puo' essere conservato in frigo diversi giorni.
- sono piu' buoni se cotti e mangiati nella stessa giornata, cosi' avranno l'esterno croccantino e l'interno piu' morbidoso. Il giorno dopo perdono un po' di croccantezza.



e con questo post partecipo a:

3 commenti: